Logo Nanna A Porter

Jet Lag: Come Gestire il Jet Lag con Neonati e Bambini Piccoli

how-to-manage-jet-lag-with-infants-and-young-children

Prima di avere figli, il jet lag significava sonnolenza, una o due notti insonni e tanto caffè. Il jet lag con i bambini… può essere un vero e proprio tormento. Non c’è niente di peggio che sentire il peso dell’esaurimento da jet lag mentre il tuo bambino salta sui muri alle 3 del mattino.

Se sei preoccupata per un prossimo viaggio internazionale con il tuo bambino, o sei appena tornata da uno, ti capisco perfettamente, ecco i nostri preziosi consigli!

Il modo migliore per gestire il jet lag nei neonati e nei bambini piccoli

Superare il jet lag nei bambini richiede di resettare il loro orologio biologico per dormire, svegliarsi e mangiare ai nuovi orari con il minimo sforzo. La chiave per farlo è usare la luce naturale e l’esercizio fisico, prestando attenzione ai tempi di sonno e pasto.

Molte persone consigliano di permettere al tuo bambino di adattarsi un giorno per ogni ora di differenza di fuso orario che hai attraversato. Se il tuo viaggio ha una differenza di fuso orario inferiore a quattro ore, è un ottimo modo per aiutare il tuo bambino ad adattarsi.

Ma se il tuo viaggio include un grande cambiamento di fuso orario, diciamo 8 ore, e il tuo viaggio dura solo 12 giorni, non è molto pratico. Il mio consiglio è: Permetti al tuo bambino di adattarsi per 2-3 giorni, poi riprendi la normalità.

Se il tuo bambino ha meno di 6 mesi, considerati fortunata! I neonati dormono naturalmente così spesso durante il giorno che si adatteranno più facilmente. Per comodità, dirò “bambino” ma questo si applica anche ai bambini in età prescolare. (Adatta cibo, sonnellini e raccomandazioni sui giocattoli secondo necessità.)

Guida di 3 giorni per superare il jet lag nei lattanti e nei bambini

Giorno 1: Sopravvivere al jet lag

Se atterri al mattino:

  • Durante il volo, lascia che il tuo bambino dorma il più possibile. Che sia nella culla dell’aereo, nel suo seggiolino auto, a contatto, qualunque cosa funzioni! Porta con te una coperta leggera e scura (o usa la coperta dell’aereo) e crea un baldacchino sopra il tuo bambino addormentato per bloccare qualsiasi luce.
  • Una volta arrivati a destinazione, lascia che il tuo bambino faccia un pisolino quando è stanco. Ma cerca di non farlo dormire molto più a lungo di quanto farebbe normalmente a casa. Quindi, se di solito fa 3 ore di pisolino al giorno a casa, limita i suoi pisolini a 3,5-4 ore oggi. Se dorme tutto il giorno, sarà sveglio tutta la notte, rendendo ancora più difficile resettare il suo orologio biologico. È meglio dargli una prima serata, tipo alle 18.
  • Assicurati che il bambino mangi abbastanza oggi. Offri snack ogni ora o due, compresa acqua e latte. Si sentirà stordito e potrebbe avere lo stomaco sconvolto, quindi porta con te i suoi snack preferiti per invogliarlo a mangiare. Questo mantiene i suoi livelli di energia alti e lo incoraggia a dormire più a lungo stanotte (anziché svegliarsi per la fame).
  • Non passare tutto il giorno in hotel perché sei troppo stanca per uscire. Esci ed esplora, anche se è solo il quartiere locale. La luce naturale aiuterà a resettare l’orologio biologico di tutti e ti darà energia.

Se atterri alla sera:

  • Durante il volo, cerca di tenere sveglio il bambino per le ultime ore del volo.
  • Offri spesso snack e liquidi sull’aereo per mantenere il bambino idratato.
  • Una volta arrivati a destinazione, fai la stessa routine che faresti a casa per preparare il bambino per la nanna. Tipicamente, questo include cena, bagno e routine della nanna. Porta con te tutto ciò che il bambino associa al sonno, come un peluche, il sacco nanna, i libri della buonanotte, ecc.
  • Non dimenticare di oscurare il luogo in cui dorme per farlo dormire il più a lungo possibile e non svegliarsi troppo presto! I risvegli precoci sono i peggiori quando sei affetta da jet lag.

La prima notte: ci vuole tanta pazienza

Il tuo bambino si sveglierà durante la notte. Forse molte volte. Potrebbe voler giocare ed essere sveglio per ore. Preparati mentalmente. Il tuo obiettivo stasera è mantenere le luci spente e incoraggiare un gioco tranquillo e non stimolante.

Se il bambino sembra affamato, offri uno spuntino come yogurt, formaggio, burri di noci (a seconda dell’età). Qualsiasi cosa con proteine e grassi per mantenerlo sazio. Niente caramelle o zuccheri semplici che potrebbero dargli una sferzata di energia.

Fai del tuo meglio per farlo riaddormentare. Ma se è chiaro che non può dormire, tieni le luci abbassate e leggi libri insieme o lascia che giochi con “giocattoli silenziosi” adatti alla sua età. Blocchi morbidi o sonagli (per i neonati) e libri da colorare e Play-Doh (per i toddler) funzionano bene.

So quanto sia difficile quando sei esausta, ma cerca di evitare di dare al tuo bimbo l’iPad. La luce che emette invia impulsi stimolanti al cervello, rendendo difficile dormire. Se sei disperata per una babysitter elettronica, è meglio accendere la TV a basso volume. Cerca di limitare la TV a 30 minuti, poi incoraggia di nuovo i giocattoli silenziosi. Se hai un toddler più grande o un bambino in età prescolare, potresti finire per offrire promesse come “Ti prometto che puoi avere un gelato dopo colazione domani, ma devi chiudere gli occhi e dormire ora.”

Giorno 2: Inizia una routine leggera

Se la notte scorsa non è stata terribile, sveglia il tuo bambino per la giornata a un’ora decente (tipo le 8-9 del mattino). Se sei stata sveglia la maggior parte della notte, va bene dormire fino a tardi, ma ti consiglio di iniziare la giornata entro le 11 al massimo. Altrimenti, continuerai a estendere il problema…

Esci fuori! Il modo migliore per aiutare tutti ad adattarsi al nuovo fuso orario è la luce naturale brillante e l’esercizio. Trova un parco giochi o un museo per bambini per aiutare il bambino a bruciare energia e avere tanto tempo per giocare.

Lavora per far sì che i tuoi pasti siano basati sul nuovo fuso orario. Se il bambino non vuole mangiare un pasto completo al momento giusto, va bene. Offri snack e bevande idratanti ogni 1-2 ore. Nutrire spesso il bambino aiuta il suo corpo ad adattarsi al nuovo “giorno”.

Permetti al tuo bambino di fare un pisolino oggi quando è stanco. Ma, proprio come ieri, non lasciarlo dormire più a lungo di quanto farebbe normalmente a casa. È meglio limitare i pisolini e dargli una prima serata.

Porta con te il passeggino o il marsupio per i pisolini. Se tutta la famiglia sta facendo un pisolino in hotel, imposta la sveglia! L’ultima cosa che vuoi è un pisolino accidentale di 4 ore, che scombussola il sonno notturno di tutti.

Dai al tuo bambino un’ora di nanna decente stasera. Se si è svegliato presto, mettilo a letto presto mentre tu ti godi del cibo da asporto in hotel. La tua ora di andare a letto stasera aiuterà a stabilire il modello per il resto del tuo viaggio, quindi assicurati che sia un’ora appropriata (le 19-21 sono ragionevoli).

Notte 2: tieni duro

Il tuo bambino probabilmente si sveglierà anche stasera. Offri un piccolo spuntino se ha fame e fai del tuo meglio per incoraggiarlo a riaddormentarsi. Potrebbe essere necessario tirare fuori di nuovo i “giocattoli silenziosi”.

Giorno 3: Riprendi la normalità

Non importa come sia andata la notte scorsa, sveglia il tuo bambino a un’ora ragionevole. Le 8-9 del mattino sono perfette. Quando insegno ai bambini a dormire bene (in generale) raccomando sempre un’ora di sveglia mattutina costante. Questo aiuta i pisolini, i pasti e l’ora di andare a letto a rientrare in un modello prevedibile. Non perché sono allergica al divertimento. Al contrario! Questo aiuta il tuo bambino ad adattarsi a dormire di notte ed essere sveglio durante il giorno, il che dà a tutti più energia per divertirsi!

Esempio di routine giornaliera:

  • Sveglia il bambino entro le 9 del mattino al massimo.
  • Pasti a orari normali (con snack idratanti nel mezzo).
  • Tanto tempo all’aperto esplorando e giocando.
  • Pisolini a orari normali o quando il bambino sembra stanco. Limita i pisolini a non più di quanto il bambino è autorizzato a casa.
  • Un’ora di andare a letto decente, dalle 19 alle 21 è l’ideale.

Notte 3: ci sei quasi

Il bambino dovrebbe dormire abbastanza bene stanotte. Mantieni la sua stanza buia e, se si sveglia, fai tutto il possibile per farlo riaddormentare. L’obiettivo di stanotte è niente TV o iPad.

Giorno 4 e oltre: attieniti a una routine flessibile

Entro il giorno 4, tutti dovrebbero sentirsi abbastanza bene e ben adattati. Finché ti attieni alla routine flessibile del Giorno 3, dovresti andare bene!

Speriamo che questo articolo ti sia utile e che tu possa goderti il tuo viaggio internazionale con il tuo bambino! Se hai ulteriori domande o hai bisogno di consulenza personalizzata, non esitare a contattarci. Buon viaggio!

Le Vostre Consulenti del Sonno NAP,

Cri & Meri